Ciclone Mediterraneo! Criticità idro-geologiche sulla Penisola

Ciclone Mediterraneo! Criticità idro-geologiche sulla Penisola

Ciclone Mediterraneo! Criticità idro-geologiche sulla Penisola

Fase depressionaria intensa sulla Penisola ed in generale nel Mediterraneo. La discesa di aria fredda atlantica verso la Spagna ha generato una fase di “stretching” del flusso caldo-umido, con venti sciroccali e libecciali intensi a tutte le quote. Attualmente il minimo “ex iberico” sta traslando verso est (lo spostamento determinerà il venturo arrivo di aria più fresca tra Lunedì pom/Martedì) ; il tragitto verso Levante ha attivato l’estesa massa umida da sud, coerente dai bassi agli alti strati della colonna d’aria, accompagnata da ventilazione sostenuta. La presenza della barriera orografica ha amplificato, su tutto il versante tirrenico, la sviluppo cumuliforme generando imponenti linee temporalesche multicellulari, con ripetuti rovesci di forte intensità ( Stau anti-appenninico e Appenninico, in particolare presso l’area Tosco-Ligure, in piena direzione del flusso. In generale accumuli pluviometrici mediamente rilevanti). I prossimi giorni saranno caratterizzati da temperature relativamente miti, determinate da una maggior influenza delle correnti nord-africane, associate ad un contesto depressionario ben attivo nei prossimi giorni (plausibile peggioramento intenso nei giorni del 1°-2 Novembre). Attenzione massima a tutte le aree geografiche interessate dal rischio idro-geologico, esponenzialmente aumentato nel contesto attuale di eccezionalità pluviometrica (accumuli che sfiorano i 500mm in Liguria). Il maltempo di queste ore sta mettendo a dura prova l’instabilità di molti versanti ed il deflusso fluviale già ridotto dall’azione antropica (la fase di piena si raggiunge nelle ore successive) ed i prossimi giorni, in particolare a ridosso della festività dei Santi, non saranno accompagnati da condizioni meteorologiche favorevoli.